È arrivata l’estate! Questo periodo ci fa venire il mente il relax, magari la spiaggia, le vacanze. Per i bambini l’estate significa anche la fine della scuola, o dell’asilo. Per alcuni di loro questo potrebbe significare l’inizio della noia. Come aiutarli allora a vincere la noia con attività estive Montessori?

Perché svolgere delle attività Montessori

Senz’altro ci sono tantissime idee che si possono applicare, a seconda degli spazi che si hanno a disposizione in casa e a seconda delle abitudini della famiglia. Ricordiamo che, nell’ambito del metodo Montessori, l’adulto non è l’intrattenitore del bambino ma lo guida attraverso degli ambienti e delle attività preparati appositamente per lui.

Questo significa che il genitore accompagna il bambino alla scoperta di nuove attività che hanno come obiettivi:

  1. sviluppare nuovi concetti logici
  2. scoprire nuove sensazioni legate ai suoi sensi
  3. sviluppare la sua sfera emotiva
  4. rafforzare la sua autostima
  5. contribuire alla creazione di un buon clima
  6. rafforzare i legami

Principi di base delle attività Montessori

Se i vostri bambini dicono di annoiarsi nonostante abbiano tantissimi giochi, significa che l’approccio è sbagliato. Si deve evitare di investire il bambino con una valanga di giocattoli, che vengono poi riposti alla rinfusa, come suggeriscono i princìpi del metodo Montessori.

Il bambino ha la naturale necessità di trovarsi in un ambiente ordinato, anche se per alcuni genitori può non sembrare così. Più l’ambiente è disordinato, più i bambini:

  1. faranno fatica a concentrarsi
  2. si annoieranno di più
  3. faranno più “capricci”
  4. non impareranno nulla di costruttivo.

Secondo l’approccio Montessori, un metodo scientifico che si basa sull’osservazione del comportamento del bambino sin dalla tenera età,  la cosa migliore da fare con i bambini è:

  1. dotarli di pochi giochi ma con un obiettivo preciso
  2. riporre i giochi in un luogo specifico
  3. lasciare che il luogo sia accessibile al bambino stesso

Questi principi valgono anche in estate, perché se si applicano sempre daranno al bambino la sicurezza necessaria per divertirsi con serenità.

Quali attività Montessori svolgere d’estate

Chi già conosce lo stile dell’educazione Montessori, saprà che in genere le attività proposte per i bambini differiscono in base all’età. Anche nel caso delle attività estive possiamo fare questa suddivisione.

1.      Fase infantile

  • Dipingere con le mani e / o piedi su carta o cartone. (Sviluppo psico-motorio e cognitivo)
  • Inscenare un racconto con delle maschere. (Sviluppo dell’immaginazione e della lingua)
  • Attività con l’acqua: iniziare a nuotare, lanciarsi la palla. (Sviluppo psico-motorio e sensoriale)
  • Trascorrere una giornata in campagna. (Sviluppo  sensoriale e sviluppo dei legami)
  • Preparare qualcosa di semplice da mangiare. (Sviluppo sensoriale e logico)
  • Fare semplici costruzioni con la carta o i bastoncini dei gelati. (Sviluppo logico e cognitivo)
  • Cantare, imparare canzoni e ascoltare musica insieme. (Sviluppo cognitivo e rafforzamento dei legami)

2.      Stadio primario

  • Tirarsi i secchi d’acqua. (Sviluppo psico-motorio e rafforzamento dei legami)
  • Imparare ad andare in bicicletta. (Sviluppo psico-motorio)
  • La piscina è un’opzione indiscutibile anche in questo stadio. (Sviluppo psico-motorio e sensoriale)
  • Visitare parchi acquatici, attrazioni, zoo. (Sviluppo cognitivo e sensoriale)
  • Attività culturali come teatro o cinema. (Sviluppo cognitivo)
  • Creare la tavola della natura. (Sviluppo sensoriale e cognitivo)
  • Raccontare o leggere storie. (Sviluppo cognitivo e rafforzamento dei legami)

3.      Stadio secondario

  • Incoraggiarli a leggere un libro. (Sviluppo cognitivo)
  • Escursioni rurali o culturali. (Sviluppo sensoriale e cognitivo)
  • Campeggio (Sviluppo sensoriale e rafforzamento dei legami)
  • Giochi da tavolo classici, organizzando un campionato. (Sviluppo logico e rafforzamento dei legami)
  • Home cinema, con popcorn e luci spente. (Rafforzamento dei legami)
  • Uno spuntino speciale in giardino in terrazza, come un picnic. (Rafforzamento dei legami)
  • Fare giardinaggio. (Sviluppo cognitivo e sensoriale)

Queste attività sono solo degli spunti dai quali attingere per consentire ai bambini di vivere un’estate all’insegna del vero divertimento e senza essere vittime della noia. Inoltre, come avrai notato, ogni attività contribuisce allo sviluppo delle capacità del bambino stesso.

Gli anni dell’infanzia sono gli anni più importanti, quindi vale la pena consentire al bambino di investire il suo tempo in maniera costruttiva e allo stesso tempo spensierata.